Caffè e sport

Oggi in occasione della giornata mondiale dedicata allo sport vorremmo parlarvi degli effetti legati al consumo di caffè prima dell’attività sportiva.


Caffè e sport sembrano un connubio vincente per tutti gli atleti che vogliono migliorare le proprie prestazioni in modo naturale.



Il caffè è una delle bevande più popolari al mondo, apprezzato per gusto e aroma, al centro di veri e propri rituali e momenti di aggregazione. Il caffè è ricco in caffeina, una tazzina di caffè espresso contiene circa 80 mg o più di caffeina, a seconda delle varietà di caffè e della modalità di preparazione.


Proprio la caffeina è chiamata in causa nella trasformazione di numerosi effetti, in parte positivi ed in parte negativi, associata al consumo di caffè. Scopriamone alcuni…


Prima di iniziare è bene sapere che a partire dal 2005 la caffeina non è più inserita tra le sostanze considerate proibite dalla WADA (World Anti Doping Agency): le fonti di caffeina e le bevande che la contenevano abitualmente erano troppe, così l’agenzia mondiale per la lotta al doping ha deciso di depenalizzare questa sostanza e di non limitarla in alcun modo.


Cosa succede assumendo caffè prima dell’attività sportiva?


La caffeina ha un effetto stimolante sia sul sistema nervoso centrale, sia sulla muscolatura e se assunta prima di una attività sportiva può creare una sorta di “attivazione” che può risultare utile in alcune tipologie di sport. Tuttavia, è necessario ricordare che anche il cuore è un muscolo: pertanto la caffeina può determinare un lieve aumento della frequenza cardiaca. Questo fatto va tenuto in considerazione soprattutto da chi svolge sport di precisione a livelli elevati, dove può essere importante controllare la frequenza.


L’effetto stimolante della caffeina può invece avere notevoli benefici in soggetti che svolgono attività di resistenza, proprio perché agisce anche sul senso di fatica.


Se assunta entro i livelli massimi consentiti la caffeina quindi ha un’azione positiva sulla performance della maggior parte degli atleti. Anche dosi tutto sommato moderate (200-400 mg) ingerite un’ora prima della competizione migliorano l’attenzione, la concentrazione e la resistenza. La caffeina riduce la percezione dello sforzo e aumenta la capacità del corpo di bruciare acidi grassi, conservando così i carboidrati immagazzinati nei muscoli delle gambe.


Esistono inoltre diversi studi che mostrano come la caffeina sia in grado di facilitare l’assorbimento degli zuccheri da parte dell’intestino.


Occorre subito puntualizzare che l’effetto della caffeina è molto ridotto se l’atleta segue una dieta particolarmente ricca di carboidrati o è un consumatore abituale di elevate quantità di caffè.


Per massimizzare gli effetti positivi si consiglia di assumere dai 3 ai 6 mg di caffeina per Kg di peso corporeo, dai 45 ai 60 minuti prima della competizione sportiva.


Ovviamente ci sono altre variabili da considerare quando si parla dei benefici del caffè sulle performance sportive. L'assunzione di caffeina durante lo sport infatti non è consigliabile a tutti: andrebbe infatti limitata in quei soggetti che soffrono di patologie o stress intestinali. A causa dei possibili effetti collaterali si raccomanda di consultare un medico prima dell’uso.


Anche il livello di allenamento dell’atleta può influire sugli effetti della caffeina: gli atleti professionisti, più allenati, risentono maggiormente degli effetti positivi del caffè perché solitamente hanno una maggiore concentrazione di recettori dell’adenosina rispetto agli atleti dilettanti.




La caffeina per il recupero


Nella fase post attività sportiva, la caffeina può essere sfruttata per facilitare il ripristino del glicogeno muscolare in fase precoce. Tuttavia, è bene sapere che la caffeina ha anche un leggero effetto diuretico, pertanto, se il soggetto fosse piuttosto disidratato nel post attività, potrebbe non essere una scelta corretta.


Quando bere il caffè prima dell’allenamento?


Un altro caso in cui è bene limitare la caffeina è quello degli allenamenti serali. In questo caso è preferibile evitare la caffeina, per privilegiare il rilassamento e il sonno. Al contrario, se l’allenamento fosse al mattino o nel primo pomeriggio, potrebbe essere utile un caffè, proprio per sfruttare la caratteristica della caffeina di facilitare l’assorbimento degli zuccheri.


E voi consumate caffè prima dell’attività sportiva?


Se siete degli sportivi e volete vedere crescere le vostre prestazioni senza rinunciare al gusto, provate Caffè Buongiorno, una tazzina prima della gara vi darà la giusta carica per sbaragliare i vostri avversari.


Il caffè contenuto nelle nostre capsule di caffè compatibili Lavazza Point, Lavazza A Modo Mio, Dolce Gusto, Nespresso e cialde caffè, vi offrirà la corretta dose per affrontare ogni sfida…cosa aspetti a provarlo?


Se questo articolo ti è piaciuto non perdere la prossima curiosità sul caffè.

Post recenti

Mostra tutti

Spedizione GRATUITA con una spesa di almeno 39€